“Calciatori? No Grazie! Il primo libro di Valentina Cristiani!

Con il suo primo libro “Calciatori? No grazie!” ha intrapreso una nuova ed entusiasmate avventura!

Lei è bionda, biondissima, dal viso d’angelo! Bella, dolce e posata.
Ma non soffermatevi solo alla sua bellezza! Dietro questa descrizione si cela una donna caparbia, tutta energia e (tanto) lavoro!
Oggi il blog è tutto dedicato a Valentina Cristiani, giornalista sportiva e conduttrice tv…ma soprattutto, ci tengo a dirlo, una cara amica!
E oggi le chiediamo di svelarci qualcosa di più!

Valentina, non sei nuova sul mio blog! Già avevamo fatto una bella chiacchierata la scorsa primavera, dove avevi anticipato l’uscita del tuo libro in formato e-book! Presentati di nuovo al pubblico…

Nicoletta, è sempre un piacere fare una chiacchierata con te per il tuo blog “La Vie Est Belle by Nicoletta”.
Hai visto quante cose sono cambiate dall’ultima primavera quando ci siamo viste? La tua dolce attesa – e ne approfitto per fare le congratulazioni a te e a tuo marito Claudio – il tuo nuovo sito, e l’uscita del mio libro d’esordio, come ti avevo preannunciato in anteprima.
Qualcosa di me? Domanda all’apparenza semplice, ma non per una giornalista che è abituata a farle! Sono Valentina Cristiani, una giornalista bolognese che collabora per la Gazzetta di Parma e la trasmissione sportiva “4-4-2” su Rete8, emittente locale bolognese, al suo primo libro.  A dimostrazione che, con l’impegno, la dedizione e la tenacia, i sogni possono divenire realtà.  Romantica, sensibile, sognatrice e testarda, sicuramente le mie caratteristiche.  Amante della scrittura e del calcio, le mie più grandi passioni e la mia professione.  Ex allenatrice dei pulcini a Zola Predosa in provincia di Bologna.

Il tuo libro “calciatori? No grazie! “ parlaci un po’ di lui…

“Calciatori? No, grazie!” è il mio ebook di esordio uscito lo scorso 1 febbraio che si può trovare in tutte le piattaforme digitali italiane ed estere (Amazon libri, Mondadori store, Ibs, lafeltrinelli.it, ecc..) e sulla pagina Facebook a lui dedicata “Calciatori? No,grazie”, tempestivamente aggiornata, dove troverete ospitate TV, interviste radiofoniche e non, promozioni, foto, curiosità.
L’ho tanto desiderato, da quando ho mosso i primi passi giornalistici, ed ora è davvero strano averlo a portata di click! Talvolta non ci credo. Tanto è vero che Giulia, la protagonista del romanzo, ripercorre i miei primi passi giornalistici (e sarà questa l’unica parte autobiografica del libro), iniziati al termine delle superiori. Un futuro che ho subito avuto ben chiaro dagli anni scolastici, avendo vinto un concorso come miglior tema e avendo pubblicato una poesia su un’antologia.
La tua Genova inoltre, con le varie collaborazioni che ho avuto in questi anni per “Il Pubblicista” , portale e riviste distribuite al Ferraris – sia in chiave Samp che Genoa – , mi ha portato fortuna, infatti l’ebook è edito dalla Panesi Edizioni, editore ligure.
I perchè del libro vengono enunciati in un capitolo apposito.
In estrema sintesi: meglio rinunciare al sogno di una vita agiata con il proprio calciatore del cuore che scendere a compromessi. Ma sarà poi così agiata come tutti pensano? Su “Calciatori? No, grazie!” troverete anche questa risposta…ci vediamo lì!

Tu sei giornalista sportiva e conduttrice…come è nata in te l’idea di scrivere e pubblicare un libro?

E’ nato tutto spontaneamente. La passione – nel mio caso per la scrittura – ha mosso qualcosa dentro di me. Ed il passo è stato breve. Scrivere è molte cose: raccontare una storia, un’emozione, esplorare il domani… nel mio caso …dare forma a un’idea. Tirare fuori dal cassetto un piccolo, grande sogno. E veder realizzato dopo mesi e mesi di lavoro un progetto tutto al femminile, plasmato totalmente da donne, oltre a me, da Annalisa Panesi, l’editore e “manume” che ha creato la splendida copertina del libro.
Basilare che all’origine della scrittura ci sia un’emozione. Occorre poi immaginare noi stessi mentre viviamo l’emozione che desideriamo descrivere e il gioco è fatto!

“Calciatori? No grazie!”…infatti tuo marito fa tutt’altro sport…corre! Che ruolo ha avuto nella stesura della trama del libro e nel portare avanti questo nuovo progetto? 

Paradossalmente quando ho iniziato a buttare giù i primi pensieri non ero neppure fidanzata. L’ho messo poi nel cassetto, estraendolo nei momenti in cui avevo la giusta ispirazione. Fino a che, poco tempo fa, mi sono sentita pronta per concluderlo e proporlo ad un editore di fiducia, di cui avevo letto qualche libro che aveva edito, rimanendone impressionata positivamente.
Annalisa (Panesi, ndr) mi ha preso subito sotto la sua ala sposando il mio progetto e , con passione e professionalità, mi ha seguito in questa “avventura”, dalla correzione bozze, passando per l’editing, fino ad arrivare alla pubblicazione vera e propria.
Si, mio marito è runner!  E non poteva essere altrimenti. Ovviamente sportivo. Calcio e calciatori sono il mio mondo professionale da oltre 15 anni, anche in casa sarebbe stato veramente troppo! (sorrido!). Paradossalmente tra le mura domestiche sono io a seguire partite, trasmissioni sportive e tutto ciò che ruota attorno al magico mondo del pallone. In questo forse siamo una famiglia un po’ atipica.
Mio marito però mi ha da sempre sostenuto nel progetto del libro e continua a farlo soprattutto ora che sono in giro a promuoverlo. Se le soddisfazioni non si possono condividere con le persone a cui si vuole bene sono soddisfazioni a metà.

Valentina, il tuo libro avrà un seguito? 

Il finale del libro è aperto alla possibilità di un seguito… ma attualmente la penna mi sta portando altrove. Qualcosa, complici queste giornate nevose, sta bollendo in pentola…
Nel mio futuro: io, un quaderno, una penna, l’infinito… La sensibilità dello scrittore porta a vedere cose che gli altri difficilmente riescono a percepire, cose che generano mondi, situazioni e sogni ad occhi aperti. Talvolta basta uscire di casa, rimanendo seduti alla tastiera, chiudendo gli occhi e iniziando il viaggio… pertanto, aspettavi delle belle prossimamente!!

Tralasciando il libro… parliamo un attimo di moda, il mio forte: ti stai facendo spazio come influencer! Una ne pensi 100 ne fai! E sei pure brava! Come è nata anche questa idea? 

Influencer nel mio caso è un parolone! E’ nato tutto per caso, come accade per le cose belle. Ho un mio stile, non mi faccio scegliere dalle tendenze del momento se non mi piacciono. Perché la moda passa, lo stile resta. Fa comunque piacere, come spesso accade, quando vengono apprezzati gli outfit che scelgo di indossare in trasmissione (anche quando pubblicizzo il mio libro) e mi domandano di chi sono.

Concludo chiedendoti…con il tuo libro vuoi lanciare un messaggio alle giovani ragazze che sognano il principe azzurro con gli scarpini da calcio?

Grazie per questa bella domanda. Nell’ultimo capitolo infatti sono presenti i perchè di questo racconto. Ogni opera che si rispetti lancia un messaggio. E la mia non è da meno. Oltre al lato “divino” del calciatore si parla di varie aspetti di vita di coppia, intrecci, ritorni di fiamma, con un finale inaspettato e spettacolare che farà molto riflettere.
La cosa paradossale è che, in Brasile, fanno addirittura un corso per sedurre e sposare un calciatore! Quando non vi è nulla di più romantico e meraviglioso dell’amore che lega Alex Del Piero a Sonia che si sono conosciuti nel 1999 quando lei lavorava in un negozio d’abbigliamento a Torino…

Grazie Valentina! Sono onorata e lusingata dal fatto che tu abbia scelto anche il mio blog per parlare del tuo libro!!!
Insieme salutiamo tutti i lettori e… speriamo che questa intervista vi abbia incuriosito e andiate a leggere
“Claciatori? No grazie!”

Vi salutiamo…
Nicoletta & Valentina

Please follow and like us:

Leave A Comment

error

Ti piace il mio blog? Fallo conoscere ai tuoi amici!